Stealth colpito dall’Ufo serbo

Si chiama F-117 «Stealth» e non è un aereo come tutti gli altri. È invisibile. Invisibile ai sistemi radar terrestri e a quelli dei caccia nemici, invisibile ai sistemi antiaerei, invisibile a tutto. Il vanto dell’aeronautica militare americana. Soltanto nella guerra del Golfo gli F-117 avevano colpito 1.600 obbiettivi strategici sganciando oltre 2.000 tonnellate di bombe in 6.900 ore di volo. Senza essere mai visti. Ma il 27 marzo 1999 succede qualcosa di impossibile. Un F-117 viene abbattuto da un missile dalla contraerea serba. Un missile anonimo, qualsiasi, che parte da terra arriva in cielo e colpisce ciò che non si vede. Le immagini della folla in festa che danza sui resti dell’invincibile Stealth fanno il giro del mondo. Ma la verità che circola è un’altra: l’aereo invisibile si scontrò in volo con un Ufo che stava sorvolando la zona. Sarà, ma la cosa non sta né in cielo né in terra...