La stecca E per Ornella Vanoni solo 36 applausi nelle urne

Questa volta il grande nome non ha funzionato. Oltre il danno, la beffa. Dopo un lungo tira e molla, alla fine ha ceduto accettando di metterci la faccia che , in parte, ha perso. Ornella Vanoni è scesa in campo a sostegno di Letizia Moratti, nella lista «Milano al centro» capitanata dall’assessore Giovanni Terzi, guadagnando solo 36 voti. Forse i fan più accaniti non si sono accorti che la signora dell’«Appuntamento» era scesa in campo. O forse non hanno apprezzato proprio il fatto che abbia deciso di correre. Contro ogni aspettativa però la grande voce, pronta a firmare l’inno ufficiale di Expo 2015, non ha avuto l’effetto traino che si sperava. Anzi. La «sua» lista, invece, con 2,44% è stata la terza più votata della coalizione. Ma «domani è un altro giorno».