Stella tra le stelle La Muti al festival dell’astronomia

Le stelle staranno pure a guardare. Ma per tre giorni, a Lerma, piccolo paese incastonato nelle colline dell'alto Monferrato, le stelle le guardiamo noi.
Fino a domani, nel centro abitato in provincia di Alessandria, a pochi chilometri dal casello di Ovada, si svolge la prima edizione del «Festival dell'astronomia». Un unicum nel suo genere. «Starparty, starnight, sono manifestazioni conosciute in Italia da almeno 15 anni - dice Silvano Pirola, il promotore della manifestazione e presidente dell'osservatorio astronomico di Lerma -, ma un festival così, è un evento a livello nazionale». Protagoniste assolute, neanche a dirlo, loro: le stelle. Che potranno essere osservate in tempo reale presso l'osservatorio di Lerma, presso il campo (già ribattezzato «piazzale delle osservazioni») presso la località Cirimilla, dove si potranno fare osservazioni libere e guidate. Non mancano i grandi nomi dell'astrofisica, come Franco Bertucci, che metterà a disposizione il suo telescopio dobsoniano gigante. Poi conferenze (che vedranno sul palco, tra gli altri, anche Walter Riva, direttore dell'osservatorio astronomico del Righi, di Genova) che spazieranno (è proprio il casi di dirlo) dalla ricerca di vita su Marte all'influenza dell'astronomia nella vita dei popoli, passando per la storia e la natura di Lerma. Una tre giorni per gli appassionati, ma non solo. Per i più piccoli e i più curiosi, saranno presentanti gli spettacoli del Planetario itinerante Starlab, mentre per i più golosi, non mancherà uno spazio dedicato alla gastronomia, a cura della ProLoco, e un mercatino dei sapori e dei profumi tipici dell'alto Monferrato. Spazio anche all'arte: presso la cantina sociale, scultura e pittura. Questa sera, alle 21, sarà inoltre organizzata una fiaccolata fino all'osservatorio di Lerma, con visite guidate allo stesso e al suo telescopio Newton Cassegrain da 510mm f/4. E per chi ha voglia di sgranchirsi le gambe, visite guidate tra i boschi del parco naturale delle Capanne di Marcarolo.
Tutto il paese partecipa con entusiasmo all'evento. E le prenotazioni per ristoranti e agriturismi stanno già arrivando.
Un anno di lavoro. Tanto ci è voluto per portare le «stelle» fin qui. «Una bella soddisfazione - commenta il presidente Pirola -, con gli occhi al cielo sperando nel bel tempo». Ma già si sa che questa sarà il primo appuntamento di una kermesse stellare che si ripeterà tutti gli anni. «Stiamo aspettando dei gruppi di appassionati anche dalla Sicilia - spiega Pirola -, ma la cosa importante è che il festival è aperto proprio a tutti, astrofili e non». Stella fra le stelle, la madrina della manifestazione: Ornella Muti, legata da anni a queste verdi colline. Il programma completo è disponibile sul sito www.osservatoriolerma.com.