Le Stelline liquidano il consigliere: «Non ci possiamo più fidare di lui»

«È venuto meno il rapporto fiduciario di rappresentanza del consigliere Pennisi presso la società srl che gestisce il Centro Congressi». La decisione viene presa nel corso del consiglio di amministrazione della Fondazione Stelline, convocato ieri d’urgenza e la comunica il presidente Cammillo Fornasieri. Che ha accolto con favore la volontà del consiglio di rimettere nelle sue mani il mandato. «Invito a continuare con serenità le attività e il buono operato - spiega il presidente Fornasieri -. Esse troveranno da parte mia una nuova indicazione di amministratori, confermando coloro che ne hanno curato con serietà e lealtà l’immagine. Preciso per conoscenza fattuale e giornalistica che è la società Servizi Congressuali a gestire da tempo e garantire lo svolgimento delle attività congressuali».
Tra i compiti della Fondazione, anche la responsabilità della tutela e valorizzazione dello storico immobile e la conduzione di attività culturali e artistiche su incarico della Regione Lombardia.
«La Fondazione Stelline - ha concluso Fornasieri - richiede al Comune di Milano, ente che insieme a Regione Lombardia, ha in capo la nomina degli amministratori della fondazione, eventuali disposizioni circa la carica di Pennisi a consigliere della Fondazione».