Stendardi «ad hoc» per riconoscere i luoghi della cultura

Un piano strategico di comunicazione per rendere riconoscibili i luoghi della cultura della città. E' l'obiettivo della collaborazione tra l'assessorato alla Cultura del Comune di Milano e Intesa San Paolo, che entro la fine del 2010 doterà 67 stabili, di cui 13 musei e sedi espositive, 23 teatri, 4 auditorium, 1 cinema e 2 sedi istituzionali, di altrettanti stendardi volti a valorizzarne contenuti e significati. La comunicazione non è solo informazione - spiega l'assessore alla Cultura Finazzer Flory -. Con questo progetto vogliamo rendere ancora più esplicito il volto di una Milano il cui linguaggio è stato, spesso, solo economico e finanziario. «Con la nostra partecipazione all'iniziativa, intendiamo far crescere l'attenzione dei milanesi e dei turisti verso il patrimonio artistico e culturale della città, che anche se non sempre è immediatamente accessibile merita di essere comunque riscoperto e riconosciuto come tale - sottolinea Corrado Passera, consigliere delegato e Ceo di Intesa Sanpaolo -. Del resto, siamo impegnati da tempo alle iniziative che sostengono l'identità culturale del territorio, con finalità divulgative». «A partire dal prossimo anno - continua Finazzer Flory - sarà attiva una newsletter della Cultura che, a cadenza quindicinale, raggiungerà, inizialmente, decine di migliaia di persone».