Sterminò la famiglia: sarà libero

Ferdinando Carretta, il 44enne di Parma autoaccusatosi di avere ucciso i genitori e il fratello minore nell'agosto dell'89, sarà un uomo praticamente libero. Carretta, che confessò a Chi l’ha visto dopo nove anni passati di nascosto a Londra, è attualmente detenuto nell'ospedale psichiatrico giudiziario di Castiglione delle Stiviere. I suoi legali presenteranno martedì un’istanza per una «licenza-esperimento» in una comunità di recupero a Forlì: l'unica restrizione prevista sarà l’obbligo di presentarsi una volta la settimana ai servizi sociali del territorio.