Stesso treno, direzioni opposte

Insieme sullo stesso treno. Però il sindaco di Firenze, Renzi, viaggia in prima classe, e l’ex governatore della Toscana, Claudio Martini, in seconda. Il rottamatore è in abito blu, mentre l’ex presidente in jeans e giubbino. Entrambi sono partiti da Firenze, ma il primo cittadino, una volta arrivato a Roma Termini, è salito su un’auto con autista, mentre Martini è sceso giù a prendere la metropolitana. Non si sono nemmeno incrociati per sbaglio, o hanno finta di non vedersi, e ovviamente venivano a Roma per motivi molto diversi. Diversi su tutto, sin da quando Renzi era presidente della Provincia di Firenze. Oggi diversi più che mai, pur facendo parte del solito partito, Renzi non condivide nulla dell’ex governatore. Come pure di quello attuale, Rossi. Diversi, dunque, a cominciare dai mezzi di trasporto. Sullo stesso treno sì, ma senza l’uso di metafore.