Steve Jobs non lascia la Apple: continuo con le cure ormonali

Il fondatore di Apple ha rassicurato sul suo stato di salute
spiegando di aver già intrapreso una cura per far fronte a una
perdita di peso che potrebbe avere cause ormonali: "Se non potessi più svolgere i miei
compiti lo comunicherò". A New York il titolo guadagna il 2%

Cupertino - Steve Jobs, fondatore e ad di Apple, ha rassicurato oggi sul suo stato di salute, spiegando di aver già intrapreso una cura per far fronte a una perdita di peso che potrebbe avere cause ormonali. In una lettera, Jobs riferisce di aver perso peso durante tutto il 2008 e dice che i medici attribuiscono la causa a uno squilibrio ormonale che potrebbe aver sottratto al suo organismo le proteine necessarie per mantenersi in salute. Per contrastare questa situazione, l’ad di Apple ha già iniziato il trattamente che dovrebbe consentirgli di riguadagnare peso e massa corporea entro la fine della primavera. Jobs ha definito "semplice e diretto" il rimedio del suo problema nutrizionale e ha aggiunto che continuerà a essere ad durante la convalescenza. A seguito delle rassicurazioni, il titolo guadagna il 2% negli scambi preborsa.

Lo squilibrio ormonale Jobs è affetto da uno "squilibrio ormonale" e questo è alla base della sua perdita di peso. E avverte: "Se non potessi più svolgere i miei compiti lo comunicherò". "Per la prima volta in dieci anni ho trascorso le vacanze con la mia famiglia invece che a preparare il discorso per il MacWorld. Sfortunatamente la mia decisione di far fare a Phil il discorso" ha riacceso una serie di indiscrezioni "sul mio stato di salute così ho deciso di condividere qualcosa di molto personale con la Apple community così che tutti possiamo rilassarci e seguire lo show di domani", afferma l’amministratore della Apple. "Come saprete ho perso del peso durante il 2008: la ragione è stata un mistero sia per me sia per i medici. Poche settimane fa - aggiunge - ho deciso che per me sarebbe stata una priorità andare alla radice del problema e risolverlo. Fortunatamente, dopo alcuni test, i miei medici ritengono di aver individuato la causa in uno squilibrio ormonale che mi priva delle proteine necessarie al mio corpo per essere in salute. Sofisticati esami del sangue hanno confermato questa diagnosi".

La cura per Jobs "Il rimedio per questo problema è relativamente semplice e ho già iniziato un trattamento. Il medico si aspetta che inizierò a riguadagnare peso nella tarda primavera. Durante la mia ripresa continuerò come amministratore delegato", aggiunge Jobs, spiegando che nel caso non potesse più svolgere le proprie funzioni lo comunicherò al board. "Spero - sottolinea - che la Apple community mi supporti durante questo periodo". "È riconosciuto sia all’esterno sia all’interno della Apple - sottolinea il cda della società di Cupertino in una nota - che Steve Jobs è uno dei più talentuosi amministratori delegati del mondo. Come abbiamo detto in precedenza, se venisse un giorno in cui Steve volesse andare in pensione o per altre ragioni non potesse continuare a svolgere le proprie funzioni come ad, lo sapreste. Apple è molto fortunata ad avere Steve come leader e amministratore delegato e avrà tutto il nostro totale e incondizionato supporto durante il suo recupero".