Lo stilista alla sbarra per la villa

Portofino amara per lo stilista Dolce. Le «rifiniture» alla sua villa gli sono infatti costate un processo. Una base per la piscina troppo grande e una baracca per gli attrezzi, sono i due abusi edilizi contestati a Portofino dalla procura della Repubblica di Chiavari per i quali lo stilista Domenico Dolce sarà processato domani. Con il designer di moda sul banco degli imputati ci sarà anche l'esecutore dei lavori effettuati all'interno della proprietà a Portofino. Lo stilista e proprietario dell'immobile, che ha commissionato i lavori, e Gerolamo Viacava, il 50enne titolare della ditta edile che li ha eseguiti, sono finiti nei guai perchè «in concorso eseguivano lavori su beni paesaggistici sottoposti a vincolo ambientale». Oltre alla condanna, Dolce rischia di dover abbattere le opere abusive.