Stipendi, anche il sindacato contro il governo

Le prime buste paga dell’era Prodi non sono piaciute ai sindacati. Critiche da Cisl e Uil ma anche dalla Cgil. Il segretario generale Epifani chiede di mettere mano «ai problemi che la Finanziaria non ha risolto» mentre il leader della Fiom Cremaschi è ancora più drastico: «Un caos. Ma era facilmente prevedibile visto il meccanismo contortissimo che hanno messo in moto. I lavoratori che hanno ricevuto le buste paga si chiedono dove sono andati i tanto attesi aumenti». La Cgia di Mestre ha calcolato in circa 222 euro il costo a carico di ciascun cittadino nell’ipotesi che Regioni, Province e Comuni in cui risiede non centrino l’obbiettivo di bilancio.