StM, accordo con Nxp da 3 miliardi di dollari

Nuovo accordo internazionale per il gruppo italo-francese StMicroelectronics. Dopo quello siglato con Intel per le memorie flash, ieri la società guidata da Carlo Bozotti ha firmato con Nxp, società di semiconduttori fondata da Philips, un accordo per unire le proprie attività nel settore di chip e tecnologia per la telefonia mobile. La joint-venture avrà «solidi rapporti con i principali produttori di telefoni portatili nel mondo». La nuova struttura potrà contare su attività che nel 2007 hanno generato complessivamente ricavi per 3 miliardi di dollari e sarà titolare di migliaia di importanti brevetti nelle tlc e nel multimediale. StM prenderà una quota dell’80% nella joint venture, mentre Nxp riceverà 1,55 miliardi di dollari, compreso un premio per il controllo, che saranno finanziati dalla cassa attualmente disponibile.