StM s’impenna a Parigi

I mercati borsistici Usa hanno segnato il passo, dopo lo sprint di inizio settimana, per l’attesa delle decisioni sui tassi da parte della Fed, e per il forte calo del prezzo del greggio. Tuttavia l’andamento dei listini è apparso irregolare per effetto di notizie aziendali. In senso positivo ne hanno beneficiato Oracle, Aig e Motorola, mentre con segno negativo hanno chiuso Monsanto e General Mills. Due nuovi ingressi nel listino di New York sono avvenuti a vele spiegate: Dsw è cresciuta di circa un terzo rispetto al prezzo dell’Ipo, mentre NeuStar registra un buon incremento. Giornata positiva in Europa per i telefonici, dopo l’annuncio del raddoppio del dividendo da parte di France Tel, che cresce del 5,3%. Bene il settore del chips, con StM che a Parigi avanza del 3,3%, e Infineon che a Francoforte migliora dell’1,4%. Sulla piazza tedesca in tensione anche Sap (più 1,9%), ma realizzati i farmaceutici, con Bayer e Basf in calo di circa l’1,5%. Nella City il titolo Itv cresce del 5,4%, ma si afferma Baa, in rialzo intorno al 3%.

Annunci

Altri articoli