StMicroelectronics ai minimi dopo il rinvio dell’accordo con Intel

Giornata difficile per StMicroelectronics a Piazza Affari, dove i titoli del gruppo hanno perso il 2,70%, scivolando sotto quota 10 euro per la prima volta da 9 anni. Sono passati di mano 1,7 milioni di pezzi a fronte di una media giornaliera nell’ultimo mese di 5,3 milioni. Le quotazioni, spiegano dalle sale operative, risentono del rinvio al 28 marzo 2008 del debutto di Numonyx, la joint venture con Intel e Francisco Partners per la produzione di memorie flash, che originariamente avrebbe dovuto esordire entro fine 2007. Il deal comporta anche la revisione delle condizioni di finanziamento a causa della recente crisi dei mercati. StM accentua così il trend ribassista che l’ha portata a perdere circa il 37% dal massimo dell’anno, toccato il 22 maggio scorso oltre i 15 euro.