Stoccolma, è crisi per Scania

La crisi del settore immobiliare negli Usa è ritornata ieri di scena, insieme a una carenza di liquidità, che potrebbe determinare una inversione di tendenza di medio periodo. Dopo un avvio resistente, New York ha accusato flessioni negli indici anche superiori al 2%, mentre il rendimento dei bond, al 5% fino a qualche settimana fa, è sceso al 4,78%. Irregolari i listini, con cadute tra il 3 e il 4% per i finanziari; in controtendenza Apple e Ford. Giovedi nero in Europa con perdite che sono state superiori al 2% per le maggiori piazze, e una punta al 3,4% per Stoccolma, con Scania che perde l’11,5%. Colpiti soprattutto gli assicurativi, con Axa che a Parigi arretra del 3,6%; ha fatto peggio Michelin, in calo di oltre il 6 per cento.