Stoner super: è già davanti a tutti Rossi, secondo e felice: «Obbiettivo raggiunto»

Losail Monogomma, turni cancellati, prove ridotte, ma alla fine sembra tutto uguale alla passata stagione, con Casey Stoner impressionante nella velocità pura e gli altri, compreso Valentino Rossi, costretti a inseguire lontanissimi. I tempi dell'australiano sono sbalorditivi: insomma, pare di essere nel 2008, quando sulla seconda Desmosedici c'era Marco Melandri e non Nicky Hayden, che ha chiuso la sua prima qualifica ufficiale in sella alla rossa con una bruttissima caduta e ben alle spalle del pilota che ha sostituito, che pure guida una Kawasaki ormai ritiratasi dalle corse. Assegnata senza patemi la prima pole position stagionale, la seconda posizione è stata conquistata da Rossi, in passato spesso in difficoltà su questo tracciato, ma ben determinato a non dare troppo vantaggio al rivale australiano. Considerando che in gara Valentino è sempre molto più efficace che in prova, ecco che la sua prestazione deve essere considerata più che positiva, al di là del distacco comunque pesante (0"473). Giornata particolarmente positiva per l'Italia, che ha piazzato tre piloti nelle prime cinque posizioni, con un bravissimo Andrea Dovizioso quarto alle spalle di Jorge Lorenzo e Loris Capirossi quinto. «Nei test - spiega Rossi - avevamo avuto parecchi problemi, ma abbiamo fatto un bel passo in avanti e abbiamo centrato un ottimo secondo posto, l'obiettivo che ci eravamo prefissati. Stoner è ancora un po' più veloce in qualche punto, ma la gara è lunga: ce la possiamo giocare».
Così in tv: diretta Italia 1 e Mediaset Premium dalle 19. Motogp alle 22.