Gli Stones cantano con il Dylan cinese

I Rolling Stones hanno aperto il loro primo concerto cinese con Star Me Up, una canzone allusiva che è sfuggita alla censura cinese. Gli ottomila posti del teatro Grand Stage, nel centro della metropoli, erano occupati in prevalenza da stranieri. I prezzi, relativamente alti per la Cina in partenza (tra i 30 ed i 300 euro), sono stati spinti alle stelle dal mercato nero fino a raggiungere, secondo giornalisti cinesi, i 600 euro. Il punto «alto» del concerto è stato il duetto nel quale Jagger e il «Bob Dylan cinese» Cui Jian hanno cantato Wild Horses. «Per me è stato un grande momento, non lo dimenticherò mai», ha detto Cui, che nel 1989 ha fornito la colonna sonora della tragica protesta di piazza Tienanmen con la sua «Nulla che mi appartenga».