Stop agli alimentari abusivi

Controllate le aree destinate a essere punti d’incontro delle comunità dell’Est Europa. Perseguite improvvisate attività di commercio ucraine e polacche. Sequestrati 350 chili di generi alimentari venduti abusivamente, oltre a bibite audiovisivi e altri 600 articoli. Controllate anche le vie oggetto di maggiore presenza dei venditori abusivi mentre a piazza del Popolo è stato sequestrato un banco di fiori.
Domenica gli agenti della polizia municipale del I Gruppo hanno sorvegliato alcune delle aree adibite a incontro di comunità straniere, dove spesso si concentrano anche attività di vendita di prodotti alimentari privi dei necessari controlli igienico sanitari prescritti dalla legge. In piazzale dei Partigiani, luogo di ritrovo domenicale della comunità ucraina, oltre ai 66 controlli effettuati sulla sicurezza stradale e le soste, i vigili hanno anche sequestrato 100 chili di generi alimentari venduti senza autorizzazione a bordo di furgoni. In via delle Botteghe Oscure, luogo d’incontro dei polacchi, sono stati invece 250 i chili di alimenti sequestrati insieme a 210 bottiglie di bevande alcoliche e oltre 570 articoli tra pubblicazioni e audiovisivi.
I controlli sono poi proseguiti nel mercato festivo di Porta Portese dove sono stati sequestrati 350 articoli di editoria. Cinque sequestri anche a carico di ambulanti abusivi nell’area tra il Tridente e il Pantheon, in particolare a piazza del Popolo un venditore di fiori completamente abusivo è stato multato e gli è stata sequestrata tutta la merce.