Stop all’asporto di bevande alcoliche fino al 28 febbraio in quattro municipi

«MOVIDA» Le nuove disposizioni per evitare disordini e violenze di notte saranno attuate in centro, a San Lorenzo, a Ponte Milvio ma anche al Pigneto

Divieto di vendita per asporto di bevande in bottiglie e lattina per tutti gli esercizi commerciali, compresi supermercati, laboratori artigiani, venditori ambulanti e circoli privati di Roma. È parte dell’ordinanza prefettizia emanata per risolvere, «le problematiche di sicurezza urbana» e contrastare «i fenomeni di degrado e le turbative dell’ordine pubblico, in ragione dei recenti episodi di cronaca avvenuti nella capitale», recita una nota della prefettura. Il Comune di Roma, con propria ordinanza, provvederà invece a regolamentare la vendita al dettaglio di bevande alcoliche, nonché l’asporto fuori dal locale di somministrazione, dalle ore 21, fermo restando il consumo all’interno dei locali e negli spazi autorizzati all’occupazione del suolo pubblico. Sarà inoltre vietato a chiunque risulti autorizzato, di vendere bevande alcoliche, anche in circoli privati, dopo le ore 2.
Le misure prese in considerazione riguardano il periodo compreso tra il 17 gennaio 2009 ed il 28 febbraio 2009 e parte dei territori individuati dai presidenti dei Municipi I, III, VI e XX, più interessati dalla movida notturna, e comunicati all’assessorato alle Attività Produttive del Comune di Roma. Prima della scadenza dell’ordinanza, sarà effettuata un’analisi per verificare lo stato della situazione e decidere in merito ad eventuali provvedimenti di proroga o misure alternative.
Ecco le zone in cui sarà in vigore l’ordinanza. Nell’ambito del I Municipio, l’ordinanza sarà applicata, tra le altre, a via del Corso, piazza Venezia, via Tomacelli, lungotevere Marzio, via del Teatro Marcello. A Trastevere il divieto di vendere bevande per asporto sarà esteso, tra le altre, alle strade comprese tra lungotevere Raffaello Sanzio, viale Trastevere, piazza Garibaldi, via del Gianicolo, piazza di Porta Portese, per citarne alcune. A Testaccio, tutte le strade comprese tra piazza dell’Emporio, piazzale Ostiense, via della Piramide Cestia, piazza Albania, piazzale dell’Emporio, via Campo Boario. Il divieto è esteso anche al quartiere di San Lorenzo, Stazione Tiburtina, piazza Bologna e zone limitrofe. Nel VI Municipio, l’ordinanza è estesa alla zona del Pigneto e di Tor Pignattara. In XX Municipio, l’area riguarderà piazza Saxa Rubra e Prima Porta, piazzale Ponte Milvio, via della Farnesina da piazzale Ponte Milvio all’incrocio con via della Maratona.