Stop alle auto, in Sarpi si entra a piedi

La zona a traffico limitato di via Paolo Sarpi ai blocchi di partenza. Lunedì prossimo infatti prenderà via il provvedimento che vieta la circolazione al traffico nell’intera via in attesa della pedonalizzazione della strada prevista per il prossimo maggio.
I bus della linea 43 cambieranno percorso: le vetture in direzione Greco una volta in largo Gadda, anzichè in via Paolo Sarpi proseguiranno a destra in via Canonica, viale Elvezia, piazza lega Lombarda, piazzale Biancamano, via della Moscova, per poi riprendere il percorso regolare. I bus diretti al capolinea di piazza Firenze, arrivati in via Moscova, continueranno il viaggio percorrendo i Bastioni di Porta Volta, piazzale Biancamano, piazza Lega Lombarda, viale Elvezia, via Canonica, largo Gadda. Da qui si ritorna sul percorso regolare. Per informazioni Atm risponde al numero 800.80.81.81.
I residenti sono stati avvertiti: «Sono già stati distribuiti 400 pass ai residenti - ricorda l’assessore alla Mobilità Edoardo Croci -. Invito chi non l’abbia ancora fatto a recarsi presso il comando dei Vigili di zona per ritirare il contrassegno. Con l’avvio della Ztl inizieremo anche un monitoraggio sugli effetti della viabilità nell’area che sarà utile in vista di una sistemazione definitiva».
Oggi, intanto, sono cominciati i lavori al cimitero Monumentale per la posa dei portali che impediranno l’accesso ai veicoli più alti di 2 metri e dei pilomat che impediranno l’accesso al traffico, ad esclusione dei mezzi autorizzati, cioè residenti e i veicoli adibiti al carico e scarico merci. È stata inoltre ristretta notevolmente la fascia oraria che consente, nei giorni feriali, l’ingresso dei mezzi per la consegna delle merci: dalle 6 alle 7,30 potranno entrare in via Sarpi solo i veicoli che trasportano giornali e alimenti per bar e ristoranti, dalle 10 alle 12,30 tutti gli altri. Anche l’utilizzo del carrellino per il trasporto sarà permesso solo in questo orario.
Sono invece conclusi i lavori per l’allargamento dei marciapiedi e per la segnaletica stradale orizzontale e verticale nella via e del piazzale del cimitero. Buone notizie anche sul fronte dei parcheggi: 500 sono già pronti, divisi tra via Sarpi - dove saranno a disposizione per i residenti 109 parcheggi - e le aree limitrofe, come appunto il piazzale del Cimitero, che offre 356 aree per la sosta a pagamento, mentre presto un altro centinaio di posti verranno ricavati tra via Luigi Nono e piazza Coriolano. «La rimodulazione della sosta - spiega il vicesindaco Riccardo De Corato - non penalizzerà nessuno, al contrario si tradurrà in un vantaggio per i residenti che disporranno degli stessi posti liberamente. Chi dovrà avvicinarsi al quartiere avrà più aree di parcheggio a disposizione. Senza dimenticare che il Comune è tuttora impegnato a incrementare ulteriormente le aree di sosta».