Lo stop di Berlusconi mette in freezer l’intesa con i centristi

L’altolà arriva da Silvio Berlusconi: niente accordi locali con Udc e Fli. «Io sono per la chiarezza e la coerenza al centro e nella periferia del Paese» dice il leader del Pdl in collegamento telefonico con una manifestazione di Alleanza di centro di Francesco Pionati. Il portavoce dei Responsabili ha annunciato che presenterà una lista in sostegno al sindaco Moratti.
Berlusconi sembra contrario a un’intesa solo milanese con Udc e Fli, all’idea del laboratorio ambrosiano lanciata dal sindaco, Letizia Moratti. Il premier però spiega che saranno i vertici del Popolo della libertà ad affrontare la questione: «Sono fiducioso che la scelta vada nel senso che tu e io auspichiamo». Cioè: niente accordi alle amministrative con chi è contro il governo Berlusconi. La Moratti, comunque, forse anche in vista di un eventuale secondo turno elettorale, continua a mantenere relazioni più che cortesi.
Il Terzo Polo si prepara a scegliere il candidato per Palazzo Marino. In pole position resta l’ex assessore alla Cultura, Salvatore Carrubba. La scelta di un esponente della cosiddetta società civile, sia pur ex assessore della giunta Albertini come Carrubba, avrebbe come obiettivo anche quello di evitare conflitti tra gli esponenti dell’Udc, del Fli e dell’Api. Ma è impossibile nascondere che si tratterebbe comunque di una scelta non neutra, che sarebbe accettata con grande insoddisfazione sia dagli altri aspiranti concorrenti sindaci che dalla base del partito, oltre che da coloro che si aspetterebbero un volto più nuovo.
Gli altri due potenziali candidati a essere stati testati sono Manfredi Palmeri, giovane presidente del consiglio comunale ed ex esponente di Forza Italia, sostenuto soprattutto dagli esponenti politici del territorio. C’è poi Edoardo Croci, ex assessore ai Trasporti della giunta Moratti, caldeggiato soprattutto da Bruno Tabacci e dall’Api. La scelta di Croci comporterebbe una campagna elettorale centrata sui temi dell’ambiente e della sostenibilità. In passato si era parlato anche dell’ex prefetto di Milano, Achille Serra.
Gianfranco Fini, arrivato ieri a Milano dopo le contestazioni bolognesi, ha partecipato a una serata di finanziamento elettorale al Superstudio di via Tortona. Il leader del Fli è in sopralluogo in città anche in vista dell’assemblea costituente del partito, prevista alla Fiera di Rho Pero il prossimo fine settimana.