Dopo lo stop nel derby, posticipo col Piacenza Mondonico: «Ora dobbiamo ripartire subito»

Sta a guardare l’Albinoleffe che, dopo la sconfitta nel derby bergamasco con l’Atalanta nell’ultimo turno di campionato, scenderà in campo lunedì sera nel posticipo. Ospitando alle 20,45 il Piacenza, in quello che può tranquillamente definirsi il Madonna day, il tecnico piacentino che ritrova il club che l’ha fatto esordire.
E così l’allenatore Emiliano Mondonico, ancora con l’amaro in bocca, ha chiesto ai biancocelesti di rialzare subito la testa e riprendere la serie positiva interrotta dall’Atalanta. Fortunatamente l’infermeria si sta svuotando perché, pur lavorando a parte Regonesi, Manzoni e Pesenti, sono stati recuperati Torri, Bombardini, Geroni e Salvi, mentre si è fermato l’attaccante Cocco per un problema al bicipite femorale che non sembra però particolarmente grave.
È rientrato, invece, l’allarme per Cisse che si è lasciato alle spalle alcuni problemi addominali. A risollevare l’umore del Mondo ci ha pensato nei giorni scorsi la visita a Zanica di Arrigo Sacchi, coordinatore delle nazionali giovanili che ha fatto i complimenti ai seriani per il gioco della prima squadra e per l’abbondanza di talenti nelle compagini giovanili. Al punto che nella nazionale Under 18 di Chicco Evani è stato convocato il centrocampista della primavera Mattia Valoti, mentre nell’Under 16 sono due i convocati da Rocca. Buoni auspici per il futuro della società.
Lunedì sera occhi comunque puntati sul Piacenza del bomber Cacia che però, in queste ultime giornate, ha perso di brillantezza ed è precipitato all’ultimo posto a quota 17 in coabitazione con Ascoli, Sassuolo, Triestina e Portogruaro. Una posizione di classifica non certo invidiabile, che non fa però comunque dormire sonni tranquilli a una vecchia volpe delle panchine. «Mai abbassare la guardia», il diktat di Mondonico che ai suoi ragazzi ha chiesto i tre punti per non ritrovarsi invischiati in cattive acque. Ripartire subito di slancio e dimenticare il boccone indigesto trangugiato nell’ultima partita.