Storace lancia Buontempo

Sarà Teodoro Buontempo il candidato de La Destra alle elezioni provinciali di Roma della prossima primavera. Lo ha annunciato ieri Francesco Storace, segretario nazionale del movimento di cui lo stesso Buontempo è presidente. «Sono certo - ha affermato ieri nel suo intervento al cinema Adriano l’ex presidente della Regione - che il centrodestra con Buontempo vincerebbe senza problemi. La gente che vuole combattere incoronerà uno come Buontempo presidente della Provincia di Roma».
Ma nel corso dell’incontro di ieri all’Adriano per la presentazione della «Rete del sociale», una struttura promossa dal partito, Storace non ha parlato solo delle scadenze elettorali. Ha anche criticato tutto il sistema politico: «Le istituzioni - ha detto Storace - stanno lì a occuparsi di legge elettorale, ma io vorrei che il presidente Napolitano ogni tanto si sporcasse le scarpe e andasse ad incontrare i cittadini che stanno male, dove c’è disagio». Come per il caso del bambino di Pistoia dopo l’operazione alle tonsille: «Se io fossi il capo dello Stato - dice l’ex ministro della Salute - sarei già andato lì, in quell’ospedale e avrei sfasciato tutte le strutture. Qui, invece, parlano di sbarramento che è un problema, ma, certamente, non il problema. C’è mezzo milione di cittadini che non riesce a pagare il mutuo della casa. Mi chiedo, allora, chi se ne frega se Mastella rientra o no in parlamento. Noi dobbiamo occuparci delle persone reali e dei loro problemi». Per questo Storace ha annunciato l’avvio nelle prossime settimane di «un vero censimento della sofferenza».