Storace: no alla psicosi nelle mense scolastiche

«Decisioni negative, la paura non va alimentata»

No alla psicosi nelle mense scolastiche, chiede il ministro della Salute, Francesco Storace, di fronte alla decisione del comune di Agropoli (Salerno) di togliere dai menù la carne di pollo per la paura dell'aviaria. Il sindaco della città cilentana arriva dopo le iniziative del genere già adottate da altri comuni come Grosseto (contro il quale si è espressa la regione Toscana), Taranto e Termoli in provincia di Campobasso. Scelte adottate «in via precauzionale» dopo le pressioni dei genitori preoccupati.
E così ad Agropoli esce dal menù delle mense la carne di pollo, di tacchino, e le uova, che verranno sostituite rispettivamente dalla carne di coniglio, maiale e prosciutto cotto. «È grave che amministrazioni comunali alimentino la psicosi nei confronti della carne di pollo» ha tuonato il ministro della Salute. «Quello del comune campano è solo l'ultimo di una serie di episodi che denotano sfiducia da parte di rappresentanti istituzionali e credo che l'associazione dei comuni farebbe bene a far comprendere ai sindaci il valore negativo di gesti assolutamente sconsiderati».