Storari il vice Kalac, Coco in Inghilterra

Un allenatore salvato dalla squadra che ne evita l’esonero è l’ultimo capriccio del calcio italiano, prigioniero di luoghi e metodi coumi. L’allenatore si caccia appena prende una sventola a Bergamo, dall’Atalanta, ma poi si muovono i capi storici dello spogliatoio, capitan Lucarelli con gli scudieri, e Spinelli, il tagliatore di teste, ci ripensa. Anche perchè nel frattempo non ha ancora un decente sostituto da arruolare. «Felice per la solidarietà dimostrata dalla squadra» commenta Arrigoni, l’interessato che si ritrova ancora in sella con qualche imbarazzo per essere stato salvato dai suoi giocatori. Quel che accade a Livorno si specchia invece nel ribaltone di Udine dove arriva fresco fresco Alberto Malesani a prendere il posto che fu di Galeone, allontanato dopo la sconfitta di Palermo per esplicita volontà dei collaboratori di Pozzo, non certo dell’azionista costretto a sottoscrivere il provvedimento. Malesani, reduce dall’esperienza in Grecia finita con una conferenza-stampa tumultuosa (insulti a ripetizione contro i giornalisti locali). «Mi mancava il calcio italiano» la dichiarazione dell’ex impiegato della Canon diventato per scommessa allenatore e passato da Firenze e Parma prima d’infilarsi in qualche vicolo cieco (il ritorno al Verona retrocesso all’ultima giornata).
Coco a Manchester. A volte ritornano. Specie poi se si portano dietro, oltre alla famosa storia d’amore con la Manuela Arcuri, anche i pettegolezzi di una infuocata giornata di sesso vissuta al largo di Porto Cervo su una barca e finita, chissà come, dentro la rete dell’inchiesta di Potenza su vallettopoli. Francesco Coco, 30 anni, sotto contratto con l’Inter e reduce dalla stagione col Livorno (l’anno passato 28 presenze) è alla ricerca di un rilancio difficile da conseguire in Italia. L’Inghilterra può rappresentare un trampolino di lancio. Specie se da quelle parti c’è un apri-pista, Bernardo Corradi, centravanti già del Parma e del Valencia, di recente salito alla ribalta per le confessioni del suo nuovo amore, nientemeno che Elena Santarelli. Non si tratta di un trasferimento definito in ogni suo dettaglio contrattuale. Si tratta di una prova, come informa il sito del club inglese. Per una settimana Coco si allena: se supera l’esame resta in Inghilterra, altrimenti torna indietro. Con l’etichetta non proprio esaltante di un giocatore perduto.
Storari al Milan. Samp e Milan, costrette dagli infortuni, ad arruolare un quarto portiere, perfezionano l’intesa. A Genova, per il ko di Berti, arriva Zotti in prestito dalla Roma, a Milanello per la distorsione patita da Kalac, sbarca invece Storari (valutato 1,2 milioni di euro) del Messina che a sua volta lo rimpiazza ritirando dall’Udinese Paoletti. Preziosi si presenta a Genova con un gioiello: è l’honduregno Leon della Reggina sostituito da Vigilia (Livorno).