Una storia assurda chiusa nell’ascensore

PIANO 17. Sconclusionato giallo che si trascina tra i flashback, una musica spaccatimpani e l’immancabile romanesco. Il duro Mancini (Giampaolo Morelli) sale con una bomba nascosta verso l’ultimo piano della grande banca. Ma l’ascensore si ferma di colpo: con lui ci sono anche due ignari impiegati, l’irritata Violetta e l’impacciato Meroni. Un’ora e tre quarti chiusi lì dentro: è dura anche in platea. Tanto più che la storia è una delle più assurde mai raccontate.