Storia blucerchiata dalla fusione a Garrone

Musica, colori e suoni. Un mix affascinante in quel titolo che vuole dire già tutto: Semper uniti in gloria. I sessant’anni della Samp sono in quella mostra, che oggi sarà inaugurata anche al pubblico nella Sala del Munizioniere di Palazzo Ducale. Ieri l'anteprima, e una sbirciata in quel mosaico che raccontano la storia della Samp. I festeggiamenti partono da qui, e si concluderanno con la partita amichevole in programma il 12 agosto al Luigi Ferraris che si sarà rifatto completamente il look per l’occasione. Musica, colori e suoni che sono sparsi qua e là, che mettono in vetrina passato e presente blucerchiato attraverso foto, articoli di giornale, simboli (come il pallone dello scudetto firmato da tutti i protagonisti di quella vittoria) di quello che è stato. Si inizia dalla fusione con il periodo che va dal 1946 fino al 60, e la prima parte prosegue l’epoca della famiglia Mantovani arrivando all’era Garrone. Questo il nucleo centrale della mostra che poi si allarga, iniziando un percorso audio e video. Con statistiche e bibliografia, passando per l’area dedicata ai tifosi blucerchiati, e continuando con la sala dei trofei. Uno sguardo all’attualità, con le novità del Sampdoria point e poi un passo nella sala video dove vengono mostrate le immagini più belle di questi 60 anni targati Samp. Sarà possibile visitare questa mostra fino al 12 luglio dalle 10 alle 12, e dalle 17 alle 21. Chiusura la domenica, ingresso libero.