Storia d’amore che vale la Palma d’oro

Viviana Persiani

I fratelli Dardenne hanno un modo di fare cinema che colpisce allo stomaco; la loro è una provocazione, uno «sbattere» in faccia allo spettatore realtà che è più comodo ignorare. Niente artifici, effetti speciali: ciò che si vede è ciò che è. Come la periferia di Bruxelles, che fa da sfondo ad una storia di emarginazione, di piccola criminalità ma anche di redenzione, di riscatto.
L’enfant - Una storia d’amore, meritata Palma d’Oro a Cannes, è la storia di Bruno e Sonia, due giovani innamorati che vivono di espedienti. Lui, piuttosto che lavorare, preferisce rischiare tra scippi, ricettazione, elemosine, affitti in nero. Il suo «ufficio», il suo ponte con l’esterno, è un cellulare che lo rende reperibile. Un giorno, la sua compagna partorisce e lui non trova di meglio che fare soldi vendeno il figlio alla criminalità organizzata.
Novanta minuti intensi, drammatici, nella migliore tradizione di Rosetta, che trasformano i protagonisti da anti ad eroi del quotidiano vivere.
Tra le uscite dell’ultimo fine settimana, in attesa dell’invasione dei blockbuster con panettone, l’unica che ha guadagnato un po’ di visibilità tra gli spettatori è Assault on Precinct 13, remake del film di John Carpenter, del quale, tra poco vedremo anche
la rivisitazione di The Fog. Come tutti i rifacimenti anche questo finisce per pagare un sostanziale dazio ad una pellicola che nel 1976 si rivelò come uno dei thriller più efficaci del momento.
Venti anni dopo, e con un buon dispiego di mezzi economici, le scene di azione sono sicuramente la parte migliore di una trama claustrofobica. La storia ha come protagonista Jake Roenick (Ethan Hawke), capitano del suddetto distretto 13, situato alle porte di Detroit, ormai in procinto di essere chiuso definitivamente. Un giorno, a causa del maltempo, alcuni detenuti in attesa di trasferimento vengono presi in custodia nel commissariato di polizia. Tra loro vi è anche Marion Bishop (Laurence Fishburne) un malvivente che potrebbe mandare in subbuglio la polizia denunciando alcuni agenti corrotti. Non a caso, la sera della vigilia del nuovo anno, il distretto viene assaltato da un gruppo di terroristi e per sopravvivere Jake è costretto a chiedere collaborazione ad detenuti. Anche perchè chi attacca il Distretto è proprio quel gruppo di poliziotti che ha come obiettivo proncipale far fuori Bishop.
Molto carino è certamente Me and You and Everyone We Know, il garbato, intelligente film d’esordio della poliedrica Miranda July, vincitore al Sundance. La pellicola racconta una girandola di amori, di provocazioni, di storie che si intrecciano, di inizi e fini, di illusioni, il tutto filtrato da tanto umorismo e sguardo lucido.
I film più visti a Genova nell’ultima settimana.
1) Harry Potter e il calice di fuoco; 2) Mr. and Mrs. Smith; 3) Chicken Little; 4) Broken Flowers; 5) La seconda notte di nozze; 6) Il nascondiglio del diavolo; 7) Melissa P.; 8) Nickname: Enigmista; 9) La marcia dei pinguini; 10) Zucker..come diventare ebreo in 7 giorni.