Storia di don Nando, l’anima del Tigullio

Padre nel segno del Figlio: così potremmo descrivere Don Nando che con la sua intensa vita di preghiera, la sua straordinaria testimonianza di passione per Cristo e per l'uomo, per moltissimi, nel Tigullio e non solo, credenti e non credenti, è stato ed è tuttora la trasparenza di Dio.
In 255 pagine curate da Francesco Baratta e arricchite da numerose fotografie, è possibile ripercorrere la vita, le opere e il contesto storico nel quale si è snodato uno straordinario itinerario umano e pastorale scaturito dall'obbedienza alla Chiesa e a Papa Pio XII il quale durante la Seconda Guerra Mondiale aveva aiutato i deboli, gli innocenti colpiti dalle ingiustizie, gli Ebrei braccati dai nazisti aprendo loro chiese, conventi e seminari e nel 1946 lanciava la campagna Salviamo il fanciullo per assicurare dignità e futuro ai bambini e agli adolescenti resi orfani e sbandati dalla tragedia del conflitto. Un grido, quello di Papa Pacelli, che lascerà un segno sulle rive del Mar Ligure ad opera di un sacerdote novello, Ferdinando Negri, ordinato nella Cattedrale di Chiavari il 23 aprile 1945, sotto gli ultimi colpi di cannone della Guerra.
«È intento di questo libro ripercorrere la vita di un prete che, in oltre sessant'anni di ministero sacerdotale, ha mirato sempre e incessantemente a due traguardi esclusivi e privilegiati: Eucaristia e Carità - si legge nell'introduzione di Francesco Baratta - Il libro coglie le testimonianze di tanti che lo hanno conosciuto in vita e ne hanno ammirato la dedizione, al servizio dell'uomo nella prospettiva di Dio, con particolare attenzione ai giovani, realizzando per loro meravigliose opere: il Centro per la Formazione Professionale di San Salvatore di Cogorno, il Centro per il recupero dei giovani in stato di tossicodipendenza di Sanpierdicanne di Chiavari, il Centro polifunzionale Benedetto Acquarone di Chiavari, il Centro per le persone adulte in difficoltà di Castiglione Chiavarese e, in anni lontani, il Centro per le vacanze estive di Massa Marittima (ora dimesso)».
Una realtà e una storia sorprendente che la lettura di questo volume fa rivivere anche attraverso aneddoti, episodi, fatti poco noti e curiosi, luoghi e incontri nei quali è maturata e si è realizzata la vocazione del Villaggio del Ragazzo e del Padre che gli ha dato vita e spessore. Un vangelo vivo insomma, o, per dirla con le parole della Prefazione del Vescovo di Chiavari Monsignor Alberto Tanasini riferite a Don Nando «un pane spezzato per la vita del mondo». Un'avventura che rivive con le voci dei vari ambiti presenti al Villaggio «La Provvidenza non è una favola - afferma Prete Rinaldo Rocca, Presidente dell'Opera Diocesana Madonna dei Bambini Villaggio del Ragazzo - vero, è storia: di ieri e di domani».
Don Nando e il Villaggio lo confermano.
Don Nando, dall'Eucarestia alla carità, a cura di Francesco Baratta, Internòs Edizioni