La storia Eroina «shakespeariana»

Come Giulietta e Romeo, ma l’eroina non era la bionda veronese dalle lunghe trecce. Era proprio eroina, droga pronta da spararsi in vena. Di shakespeariano c’era solo il balcon. Due giovani infatti vendevano droga calandola dalla finestra della camera da letto per non destare sospetti in casa, tra i familiari, ma l’escamotage di due tossicodipendenti genovesi non è servito ad eludere i controlli degli agenti del commissariato Centro che la scorsa notte, al termine di un servizio antidroga li hanno arrestati entrambi in un’abitazione del ponente genovese.
Il blitz è scattato dopo che i poliziotti hanno acquisito informazioni circa il possibile arrivo di una partita consistente di eroina. Il primo a finire in manette nel corso di una perquisizione domiciliare è stato un uomo di 30 anni, trovato in possesso di alcuni grammi di sostanza stupefacente. Subito dopo è toccato alla fidanzata, una ragazza di 28 anni, genovese che si era fatta dare un passaggio in scooter da un altro tossicodipendente, in cambio di una dose. La donna nascondeva nella borsetta trenta grammi di eroina in pietra. Entrambi dovranno rispondere di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. Nei guai è finito anche l’accompagnatore della ragazza che è stato segnalato alla prefettura come assuntore di droga.