La storia da Oscar di Brandon Teena

Teena Brandon aveva rovesciato la sua identità fin dal nome: per tutti era diventato Brandon Teena. Ma quella mutazione da femmina a maschio e il tentativo di vivere una vita normale sono costati la vita all’adolescente interpretato al cinema da Hillary Swank. «Boys don’t cry», pellicola del 1999, fu il film che lanciò l’attrice, capace di adattare alla perfezione la sua bellezza spigolosa a quella dell’adolescente violentato e ucciso dai suoi coetanei che non riuscivano ad accettarlo. Per quel ruolo Hillary Swank ricevette un Oscar.