La storia passa da quelle radici

È noto dagli storici l'avvenuto incremento dell'olivicoltura in Liguria verso la fine del medioevo e nella successiva età moderna, nei versanti ben esposti e protetti dalla tramontana, dal livello del mare fino ai 500 metri di quota. Quelli più vicini agli abitati e alle strade frequentate dagli uomini, ma anche da animali portati al pascolo, erano protetti da recinzioni, e al loro interno la piantagione degli ulivi era abbinata alle colture di graminacee, leguminose ed ortaggi. Queste premesse generali (...)