Storia di un volo di cinque piani e di un quartiere con il cuore grande

Avviso a chi ama i cani: questa è una storia a lieto fine condita da tanto amore e solidarietà. Anche se la protagonista è una cagnetta spaventata che, forse per paura di un tuono, sola in casa, due settimane fa si è gettata dalla finestra aperta ed è caduta per cinque piani, rovinando sull’asfalto. Il suo guaito, acuto e terribile è risuonato in via Luca Cambiaso, a San Fruttuoso, l’altra domenica alle tre del pomeriggio, richiamando gente dai balconi e dai locali aperti. Kira, giovane meticcia, era in un lago di sangue, con gli occhi semichiusi, ma con il cuore che batteva ancora. Una scene terribile, che tuttavia ha fatto subito venire in mente a qualcuno che lì vicino, in zona, c’è lo studio di Pierluigi Castelli, veterinario e presidente genovese della Lega del cane. Lui è arrivato subito, ha stabilizzato la cagnetta che aveva la colonna vertebrale e una zampa fratturate e con l’aiuto di alcuni vigili l’animale è stato trasportato all’Animal Assistance di via della Libertà, dove ha ricevuto le prime cure. Sergio e Maria Pina i suoi padroni, erano fuori casa e rintracciati sono corsi dalla loro cagnolina per sentirsi dire però che per salvarla si doveva tentare un intervento a Milano, in una clinica specializzata: costo 2mila euro. Ma la cifra era troppo alta. È a questo punto che è scattata la gara di solidarietà tra la gente di San Fruttuoso che come una grande famiglia anche con l’aiuto dei proprietari dei genitori di Kira, ha donato la somma necessaria. Dopo otto ore di intervento Kira adesso è salva. E il quartiere di San Fruttuoso merita una segnalazione al Premio di San Rocco.