La storia/1 Radiato da un anno, continuava a visitare

Era stato radiato dall’Ordine dei medici più di un anno fa. Ma continuava a lavorare, ogni giorno, come se nulla fosse. E lo faceva proprio nelle sale mediche del pronto soccorso di un ospedale milanese, visitando chissà quanti pazienti urgenti al giorno. Finché i Nas non lo hanno scovato durante un controllo. Ci sono anche casi di questo tipo tra gli errori portati allo scoperto dal nucleo antisofisticazioni e sanità dei carabinieri. «Il 15-20 per cento degli errori sanitari - spiega il comandante Paolo Belgi - riguarda una sbagliata somministrazione dei farmaci. Ma ci siamo trovati ad affrontare una casistica ampia, che va dalla garza dimenticata all’interno del corpo del paziente, all’uso di un silicone sbagliato per le protesi al seno, alla morte di un neonato a seguito di ustioni causate in sala operatoria».