Storie brevi misteriose come l'Oriente

Raffinato, cosmopolita, sinuosamente crudele, Hector Hugh Munro si firmava Saki, come una divinità birmana. In Birmania, d'altronde, era nato nel 1870, figlio di un ispettore inglese, subendo, come Kipling, le malie dell'Estremo Oriente. Micidiale maestro del racconto breve, che ti colpisce gli stinchi con uno sketch indimenticabile il «coltivatore di riso e virtù filosofiche» Moung Ka Saki fu freddato, nel 1916, in Francia, da un cecchino tedesco. Si era già assicurato un posto nella letteratura: lo dimostra la piramide dei racconti corrosivi e ambigui raccolti in questa edizione monstre.

Davide Brullo