«Strada dedicata a Roma? Perché no»

Roberto Bonizzi

«A Milano via Roma non esiste? Vorrà dire che la faremo». Ha risposto così Albertini «accusato» per la questione di campanile dal sindaco della capitale, Walter Veltroni, nel corso della trasmissione tv «Cominciamo bene». «Roma ha una via dedicata a Milano, Milano non ha una strada intitolata a Roma» ha detto Veltroni. E il collega Albertini ha risposto: «Non credo che manchi, ma se Veltroni ha verificato questa assenza la faremo...».
E il sindaco di Roma deve avere fonti attendibili, perché effettivamente sotto la Madonnina non esiste strada, piazza, largo o corso intitolato alla capitale. Viale Legioni Romane e corso di Porta Romana, al massimo, dopo una veloce consultazione di «Tuttocittà». Gli esperti di toponomastica sottolineano come corso di Porta Romana, sotto il fascismo, si chiamasse corso Roma. Ma dopo il ventennio, nulla più. Anche nel forum sul sito di Palazzo Marino («Dieci nomi per dieci vie»), sui nuovi nomi da assegnare alle strade, era emersa la mancanza denunciata da Veltroni.Nei 1.578 interventi con cui si è chiusa la consultazione (attiva dal 26 luglio al 10 settembre) nessuno dei partecipanti si era espresso a favore di una via Roma.
Nei quasi 33 interventi al giorno sul sito del Comune in molti hanno chiesto l’istituzione di una strada dedicata alle vittime dell’attentato alle Torri Gemelle dell’11 settembre 2001. Molte le richieste per Alfa Romeo, probabilmente di operai inviperiti per la cassa integrazione dello stabilimento di Arese. I più gettonati sono stati Giorgio Gaber, Gino Bramieri, Enzo Baldoni, fratel Ettore e don Luigi Giussani. Ma richieste sono giunte anche per Indro Montanelli, Tiziano Terzani, Papa Giovanni Paolo II e Ambrogio Fogar, dopo la sua scomparsa il 25 agosto scorso. E il sondaggio ha fatto emergere anche una richiesta verso Palazzo Marino.
Quella di abbattere la regola che prevede che siano passati almeno dieci anni dalla morte del personaggio per intitolargli una piazza, una via o una strada. Nel dibattito, a forum chiuso, entra anche Walter Veltroni con la proposta di una via per la «sua» città, Roma appunto. Albertini non ha detto no, aprendo alla creazione di una strada per la capitale. Stefano Zecchi, assessore alla Cultura, approva: «È una bella idea. Non vedo perché no, c’è anche via La Spezia». Massimiliano Orsatti, segretario provinciale della Lega, risolve al questione con una battuta lùmbard: «Potremmo aggiungere una preposizione: via da Roma». Si vedrà quando verranno scelti i dieci nomi delle dieci nuove vie. Molti milanesi e lombardi potrebbero essere favorevoli a via Roma. Magari con una postilla. «Via Roma: la città che si è ritirata nella corsa alle Olimpiadi 2016 lasciando via libera a Milano».