Una strada per ricordare le Foibe

In occasione della Giornata del Ricordo, che si celebra oggi in memoria delle vittime delle Foibe e dell’esodo giuliano-dalmata, una parte del cavalcavia dei Bastioni di Porta Venezia - il tratto del viale che va da piazza della Repubblica fino all’ingresso dei giardini pubblici Indro Montanelli - sarà intitolato alla città di Fiume. Alla cerimonia parteciperanno il vicesindaco Riccardo De Corato e l’assessore comunale alla Cultura Vittorio Sgarbi.
Intanto, la Regione Lombardia ha deciso di conservare e rinnovare la memoria dei martiri varando una legge che, «superando le antiche contrapposizioni ideologiche e seguendo i principi che hanno ispirato l’istituzione della Giornata del Ricordo, guarda soprattutto ai giovani». Spiega così il provvedimento Viviana Beccalossi, vicepresidente della Regione, all’indomani dell’approvazione da parte del Consiglio del Pirellone.
Il provvedimento vuole favorire fra le nuove generazioni e nelle scuole convegni e dibattiti «per approfondire e rinnovare - continua la Beccalossi - la memoria di quei fatti tristi, anche attraverso la valorizzazione del patrimonio culturale, storico e letterario». La norma prevede, fra l’altro, lo stanziamento di centomila euro per la realizzazione di alcune attività da essa previste e l’istituzione di un concorso annuale intitolato «Il sacrificio degli italiani della Venezia Giulia e della Dalmazia: mantenere la memoria, rispettare la verità, impegnarsi per garantire i diritti dei popoli», riservato agli studenti delle scuole medie della Lombardia.
«E proprio il titolo del concorso - conclude Viviana Beccalossi - inquadra in maniera chiara e puntuale lo spirito che ci ha mossi a proporre questa nuova legge».