La strada per Scarpino sarà pagata dall’Europa

La Regione Liguria ha ottenuto 15 milioni di euro sui fondi Obiettivo 2 per realizzare la nuova strada per la discarica di Scarpino: lo ha annunciato ieri il presidente della Regione, Claudio Burlando, precisando che si tratta di uno dei tre grandi progetti finanziati per il Centro Nord. Affiancato dagli assessori regionali alle Infrastrutture, Luigi Merlo e al Bilancio Giovanni Battista Pittaluga, oltre che dal sindaco di Genova Giuseppe Pericu, Burlando ha spiegato che la nuova strada di Scarpino è strettamente connessa alla realizzazione del progetto del Terzo valico dei Giovi, in quanto ai piedi della discarica è previsto vada la collocazione di una buona parte del materiale proveniente dallo scavo delle gallerie. «Comunque - ha precisato Burlando - la strada verrà realizzata anche se il Terzo valico non si dovesse fare. Nel corso del passato governo della Regione - ha proseguito Burlando - i fondi per la realizzazione della strada verso Scarpino erano stati vincolati alla realizzazione di un termoinceneritore. Noi abbiamo contestato questa impostazione e abbiamo deciso che fosse giusto dare respiro all'abitato di Borzoli a prescindere dalla realizzazione del Terzo valico ferroviario e del termovalorizzatore».
Positivo il commento anche del sindaco Pericu che ha sottolineato il «risultato positivo raggiunto dalla Regione Liguria che è riuscita ad inserirsi in trattative complesse come sono sempre le trattative romane per la ripartizione di questi fondi. Da tempo desideravamo - ha aggiunto il sindaco - di poter risolvere il problema dell'accesso a Scarpino. Si tratta di una strada che ha un importante significato e avrà una sua funzionalità anche quando la discarica di Scarpino sarà chiusa». Secondo la progettazione definitiva, già predisposta da Amiu, l'azienda multiservizi di igiene urbana di Genova, la lunghezza della strada sarà di 1.700 metri e correrà per la maggior parte in galleria, innestandosi sul fondovalle del torrente Chiaravagna. Secondo Paolo Momigliano, presidente di Amiu, i lavori dovrebbero essere conclusi entro 22 mesi e l' importo stanziato dovrebbe coprire il costo dell' opera. Gli altri due progetti finanziati nel centro nord oltre alla discarica di Scarpino riguardano l' Emilia Romagna (Stazione Tav di Reggio Emilia) e la Lombardia (lago d'Idro).