Le strade dimenticate

Due strade, tanti silenzi. A Sanremo i cittadini chiedono inutilmente da anni che il Comune intervenga per risolvere la situazione della mulattiera Solaro e della carrozzabile San Lorenzo. In apparenza due piccole arterie, due percorsi secondari, ma non per questo meno fondamentali per l’entroterra e di chi ci vive.
Il caso della mulattiera Solaro, che collega via capitano calvini da Coldirodi a San Lorenzo, è semplice: il fondo stradale è dissestato. A parte qualche tratto, impedisce il transito senza rischi anche anche i pedoni. Impossibile pensare di trasportare merce.In altre parole, rischia di far «morire» le frazioni e i loro abitanti. Paradossale invece la situazione della carrozzabile San Lorenzo, un’autentica incompiuta. Da molti anni, anzi, ormai da decenni, manca l’ultimo pezzo di strada. Mancano quei 5-600 metri che farebbero congiungerebbero la carrozzabile allo sbocco finale di Coldirodi. E una strada che non ha sbocco è chiaramente poco utile, tanto più se questa potrebbe rappresentare l’unica alternativa a quella che è al momento il solo collegamento della frazione con Sanremo: via Padre Semeria.
Un gruppo di cittadini interessati alla risoluzione delle annose questioni legate alle due strade, hanno più volte chiesto al sindaco di Sanremo, Claudio Borea, un incontro per parlare di questo problema. Richieste inutili. L’appuntamento non è mai stato concesso. «Il sindaco non si è neppure degnato di comunicarci qualcosa - sottolinea Giovanni Persici, uno dei primi firmatari della petizione e rappresentante della comunità interessata -. Tantomeno ci ha concesso udienza, né si è attivato per venire a conoscere i problemi, per fare un sopralluogo o per cercare una soluzione». Solo silenzio sulle due strade dimenticate nell’entroterra di Sanremo.