«Strade pulite e meno degrado La sicurezza comincia da qui»

«Una città più sicura, più pulita, più vicina alle persone. Milano riparte dalle donne». Lo slogan di Mariella Boerci, candidata ad un posto in consiglio comunale nella lista civica di Letizia Moratti, è ambizioso. Ma la Boerci, oggi inviata speciale di Panorama dopo una lunga carriera nei femminili, ha da sempre un orecchio attento ai problemi delle donne. E i primi desideri che vuole realizzare sono per loro. «È vero che Milano è più sicura di 10 anni fa - ammette -, ma troppe donne subiscono ancora violenze o hanno paura di girare da sole la sera. Bisognerebbe pensare, come avviene a Tokyo, ad una serie di traporti “rosa”, ad esempio un autobus su chiamata o un vagone del metrò riservato a loro». La candidata poi confessa: «Non sopporto più la città così sporca. Adottiamo sistemi più rigidi, maggiori controlli contro i graffitari e un inasprimento delle pene, specie per chi è recidivo. Il degrado genera violenza e altro disordine. E non è vero che in città manchi il verde, anzi, ma bisogna tenere i parchi più puliti».
L’impegno di Mariella Boerci per una Milano meno cara parte invece da «un controllo sistematico dei prezzi, ogni sei mesi e su prodotti diversi, per tenere sotto controllo il costo reale della vita». Continua con un osservatorio anche sulla casa e con «un allegerimento fiscale per i proprietari di immobili che affittano a canoni accessibili. Le giovani coppie, gli anziani non sopportano i costi di mercato: in 4 anni, soltanto dal centro storico sono “scappati” 10mila milanesi. Per evitare la fuga bisogna costruire case da affittare a prezzi contenuti». Il suo impegno, infine, è rendere Milano davvero internazionale, «creando più eventi, valorizzando il nostro patrimonio culturale, facendole compiere quel salto che è riuscito a città come Barcellona, Shanghai e Valencia».