Strage di Erba, ora c’è il giallo del sosia

I coniugi Romano dopo una notte di interrogatori continuano a proclamare la propria innocenza mentre i Ris di Parma sono tornati nella casa dell’orrore e nell’appartamento degli accusati per cercare l'arma del delitto e nuove prove quali possibili tracce di sangue delle vittime. Ma nel rompicapo della strage di Erba ieri è comparsa anche una foto scattata con il cellulare la sera dell'11 dicembre nel cortile della cascina: nell'immagine vi sarebbe una persona somigliante a Olindo Romano. L'ora dello scatto sarebbe le 21.30. Ma l’uomo non sarebbe il presunto killer. Un caso di sosia, a quanto pare, che apre ulteriori dubbi sul giallo.