Strage infinita sulle strade Nove vittime ogni giorno

I decessi di giovani aumentati del 16% Sotto accusa l’alcol, ma se l’ubriaco è il pedone investito, la colpa non è sua

da Treviso

Presidente Zaia, anche lei...
«Niente da dire, gli agenti hanno fatto il loro dovere, pagherò la multa di 407 euro e andrò a scuola guida per recuperare i 10 punti perduti. Però...».
Però non è un bell’esempio di guida, in questo periodo in cui la sicurezza stradale è quella che è, non crede?
«No, non facciamo confusione. È vero, correvo a oltre 190 chilometri all’ora, ma stavo tornando da Venezia sull’A27 che, ricordo, è l’autostrada più sicura d’Italia».
Sicura? A 190 all’ora?
«Mi hanno chiamato dalla Regione perché c’era la tromba d’aria a Verona, c’era una riunione straordinaria, dovevo tornare indietro e in fretta».
E l’auto della polizia lo ha beccato...
«Ripeto, hanno fatto il loro dovere. Correvo troppo, le giustificazioni non ci sono, lo so. Almeno adesso sapranno che non vado con l’auto blu».
L’auto blu le servirà adesso che le hanno ritirato la patente...
«No, potrei farlo ma non userò l’auto blu. In questo periodo mi farò aiutare da amici e familiari. Ne approfitterò per portare avanti una campagna per i limiti di velocità: sono troppo bassi. Voglio elevarli a 70 all’ora nei centri abitati e a 150 in autostrada».
E chi guida in stato di ebbrezza?
«In carcere devono finire, quelli, è ora di essere più severi»