Strage di Linate, cancellate tre assoluzioni

Seconda udienza del processo di appello per la strage di Linate. A metà mattina il procedimento si interrompe per dare spazio all’appello presentato da un imputato che aveva chiesto il rito abbreviato. Nello stesso procedimento erano stati assolti due dipendenti Sea e uno Enav: la pm Gravina chiede di inserirli nuovamente nel processo, trovando una falla nella legge Pecorella sull’inappellabilità delle sentenze di proscioglimento. I legali della difesa: «Una procedura curiosa». Pettinaroli: «Qualcuno ne approfitta per allungare i tempi del processo».