Strage di piazza della Loggia, rinviati a giudizio tutti gli imputati

Pino Rauti, Delfo Zorzi, Carlo Maria Maggi, Maurizio Tramonte, Francesco Delfino e Giovanni Maifredi: saranno processati dal 25 novembre per la strage neofascista del 28 maggio 1974 dove morirono otto persone e 108 furono ferite

Brescia - Sono stati tutti rinviati a giudizio i sei imputati accusati di concorso nella strage di piazza della Loggia del 28 maggio 1974. Il Gup, Lorenzo Benini, ha disposto il rinvio a giudizio per Delfo Zorzi, Maurizio Tramonte, Carlo Maria Maggi, Pino Rauti, Francesco Delfino, Giovanni Maifredi. Avrà inizio il 25 novembre prossimo il processo a carico dei sei imputati, rinviati oggi a giudizio, davanti alla Corte d’Assise di Brescia, presieduta da Enrico Fischietti. Nella strage, il 28 maggio 1974 ,una bomba esplodendo uccise otto persone e ne ferì 108. Un ordigno venne collocato in un cestino della spazzatura nei pressi dei portici antistanti la Loggia ed esplose mentre in piazza si stava tenendo una manifestazione antifascista. Sotto il profilo giudiziario sono state aperte, con esclusione dell’attuale, tre inchieste sfociate in 10 pronunciamenti che non hanno consentito di individuare alcun colpevole. L’attuale inchiesta è stata aperta nel 1993.