La strage ripresa dai telefonini degli studenti

Blacksburg - Anche le nuove tecnologie hanno avuto un ruolo importante nel raccontare il dramma avvenuto questa mattina nel politecnico della Virginia, dove 22 persone hanno perso la vita in due sparatorie. In quegli attimi di terrore, mentre un uomo armato girava per il campus, gli studenti nascosti hanno registrato filmati con i loro telefonini che la Cnn ha mandato in onda insieme alle proprie. Immagini mosse, magari riprese da uno spiraglio per stare al riparo da eventuali colpi di arma da fuoco, ma che descrivono con incredibile lucidità la tragicità della situazione. In uno di questi video, inviato dallo studente di ingegneria Jamal Albarghouti, si sentono chiaramente numerosi spari, mentre si vedono gli agenti appostati che cercano di intervenire. Molti studenti, nascosti nelle classi o nelle camere dei loro dormitori, hanno anche raccontato in diretta al telefono la loro esperienza.

"La maggior parte degli studenti sono seduti sul pavimento, lontani dalle finestre. Cerchiamo di stare al sicuro, per quanto possibile" ha raccontato per telefono alla Cnn una studentessa, Madison Van Duyne, chiamata sul suo telefono mentre la caccia all'uomo era ancora aperta. E ancora, un'altra testimonianza in diretta: "Siamo chiusi a chiave nelle nostre camere che cerchiamo informazioni su Internet per capire cosa stia succedento" ha raccontato Aimee Kanode, studentessa del primo anno che si trovava nella stanza sottostante a quella dove è avvenuta la prima sparatoria, nel dormitorio West Ambler Johnston, alle 7,15 di questa mattina (le 13,15 ora italiana).