Con la Stramilano la «solita» carica dei cinquantamila

Antonio Ruzzo

Di New York si sapeva, di San Pietroburgo anche. Due gemellaggi che danno un po’ il polso al grado di notorietà della Stramilano. Forse non tutti sanno però che da cinque anni si corre una Stramilano anche a Mar del Plata in Argentina: stesse distanze, stesso nome, stessa passione. Segno che la corsa milanese (quella originale) è diventata un vero e proprio punto di riferimento per tutto il movimento podistico non solo nazionale. Una «classica» insomma, una gara di cartello che quest’anno schiererà al via anche la medaglia d’oro della maratona Stefano Baldini.
Domenica 2 aprile parte la 35ª edizione. Lo schema è quello ormai rodato. Tre competizioni: quella dei 50mila, quella amatoriale sulla distanza della mezza maratona e la Stramilanina riservata ai più piccoli e comunque alle famiglie. I primi a partire saranno gli aspiranti maratoneti della Stramilano dei 50.000, la corsa a ritmo libero sulla distanza di 15 km aperta a tutti. Appuntamento per i partecipanti, di ogni età e capacità alla linea di partenza in Piazza Duomo alle ore 9,00, dove Paoletta, la popolare dj di «Radio 101», madrina di questa 35ª edizione, darà il via alla corsa. L'arrivo è fissato, come sempre, all'Arena Civica. All'arrivo, da raggiungere entro un tempo massimo di cinque ore, ci saranno per tutti la medaglia, l'attestato con l'indicazione del proprio tempo, numerosi gadget e la possibilità di rifocillarsi e riprendersi dalle fatiche della corsa sul prato dell'Arena. Alle ore 10,00 partiranno invece i piccoli partecipanti della Stramilanina, la corsa di soli 6 Km dedicata ai bambini di tutte le età, ma anche ai genitori e a chi desidera essere protagonista senza coprire distanze impegnative. Come nelle ultime edizioni a dare il via alla corsa sarà Topolino, starter d'eccezione e beniamino dei più piccoli. Un percorso speciale, nel cuore di Milano, da percorrere in un tempo massimo di quattro ore, passando dal rifornitissimo punto di ristoro in Via Mercanti per correre poi verso l'Arena, dove giochi e animazioni attenderanno i piccoli maratoneti. Da ultima prenderà il via la «Stramilano Agonistica Internazionale», la corsa dedicata ai campioni internazionali della mezza maratona e agli atleti tesserati delle categorie Senior, Amatori e Master, uomini e donne, che si cimenteranno in una corsa a ritmo serrato per le vie di Milano che vantava fino a poche settimane fa la migliore prestazione mondiale di ogni tempo. La partenza è fissata per le ore 10,45 da Piazza Castello, per percorrere poi la classica distanza di 21,097 Km su un tracciato interamente pianeggiante che si snoda attraversa il centro cittadino per concludersi nella suggestiva cornice dell'Arena Civica. Motivo in più quest’anno per seguire la gara dei campioni (che sarà trasmessa in differita anche dalla Rai) è la presenza di Stefano Baldini. Il campione olimpico non farà passerella ma dovrà vedersela con avversari agguerriti a partire dal tanzaniano Martin Sulle. Una sfida di prim’ordine che andrà ad arricchire un albo d’oro che rappresenta un vero e proprio pezzo di storia dell’atletica mondiale. Dal primo record mondiale della mezza maratona nel 1993, che venne stabilito da Moses Tanui con 59,47, fino all’edizione del 1998, quando il mitico keniano Paul Tergat fece segnare l’incredibile tempo di 59’17”, rimasto a lungo imbattuto. Più recente invece l’exploit del palermitano di origine marocchina Rachid Berradi, che nel 2002 ha stabilito il primato italiano sulla distanza con 1h00’20”. Ȓ una gara che sembra fatta apposta per stabilire prestazioni di grandissimo livello. E ora, grazie alla formula «Corri con i campioni», migliaia di uomini e donne tesserati FIDAL e IAAF possono misurarsi con grandi atleti mondiali, con l’obiettivo di migliorare i propri «personali» potendo contare su «lepri» eccezionali. Al via è attesa anche la «banda» di radio deejay al gran completo. Ci sarà Linus che nonostante le «sirene» del triathlon è uno che le maratone le corre e anche con tempi discreti e ci sarà anche Nicola Savino, suo «socio» ai microfoni che è uno che le maratone invece non le corre ed è un po’ la dimostrazione che le «mezze» le possono provare quasi tutti.
Le iscrizioni si possono fare on line (www. stramilano.it), tramite posta o fax o recandosi nel centro Stramilano aperto da ieri in piazza del Duomo a Milano. Un vero e proprio villaggio «ospitalità» che per tutta la settimana diventerà il vero e prorpio «cuore» della manifestazione. «Non correrò la Stramilano quest’anno - ha detto il sindaco Albertini presentando pochi giorni fa la manifestazione - ma per un giorno darò le chiavi della città agli atleti...». Un bel messaggio d’augurio e un bel segnale di accoglienza speriamo lo raccolgano anche gli automobilisti.