La strana alleanza per la sosta in corso Italia

Qualcuno trovi un punto d'incontro su corso Italia. La scelta dell'amministrazione comunale di ricavare una nuova isola azzurra per le auto e 150 posti per le moto, dalla carreggiata a mare di corso Italia, congestionando tutto il traffico in direzione levante su una sola corsia, ha infatti creato una bella spaccatura tra istituzioni e cittadini. Da una parte ci sono il Comune e il Municipio Medio Levante che rappresentati dall'assessore alla Mobilità Simone Farello e dal presidente Fabio Orengo, si dichiarano soddisfatti dell'esperimento estivo. Dall'altra parte della palizzata tutti gli altri, dall'Aci, ai taxisti passando per i residenti e i genovesi in generale, scontenti e penalizzati dalla scelta di Tursi. «Tutte le scelte possono non essere condivise, ma vanno valutate alla fine - ha dichiarato ieri l'assessore Farello -. Dal 2009 ogni estate abbiamo studiato soluzioni stagionali diverse per corso Italia. Quest'ultima, dati alla mano, si sta rivelando buona: i nuovi parcheggi ricavati vengono utilizzati all' 80% dal lunedì al giovedì e al 100% dal venerdì alla domenica».
Che i parcheggi vengano usati non c'è dubbio vista la «fame» di posti auto della zona soprattutto d'estate, il problema però resta legato alla mobilità, con auto, moto e autobus relegati in una corsia sola che creano code a partire da corso Marconi in direzione levante. Questo aspetto però sembra non essere stato notato da Farello, secondo il quale «tolti i primi due giorni non ci sono mai stati blocchi ma è solo aumentato il tempo medio di percorrenza di corso Italia». E dal punto di vista del Municipio? In primis Orengo ha voluto mettere le mani avanti sottolineando che «si tratta di una scelta stagionale, il 5 settembre torna tutto come prima», soffermandosi in particolare sulle proteste dei residenti. «Forse in molti non ricordano che fino a tre anni fa non si trovava neanche un posto - ha osservato Orengo.
Un altro capitolo è stato dedicato al mercato serale di corso Italia, inaugurato sabato scorso ed in programma ancora per il 6 e il 20 agosto e il 3 settembre: «Cambieremo l'orario di blocco del traffico spostandolo dalle 16 di sabato scorso alle 19».