Gli straordinari tassati al 10%

Tasse più leggere su lavoro notturno e straordinario se garantisce maggiore produttività all’impresa; bonus al 55% sui lavori di ristrutturazione della casa se hanno l’obiettivo di garantire risparmio energetico; studi di settore legati a misure di crisi. Sono alcune delle misure fiscali che con la legge di stabilità 2011, approvata prima di Natale, verranno confermate anche per il prossimo anno. Attesa poi per due novità che dovrebbero entrare in vigore dal 2011: il nuovo redditometro e la cedolare secca sugli affitti. Sul primo provvedimento è al lavoro l’Agenzia delle entrate mentre per la tassazione al 20% sugli affitti si attende l’approvazione definitiva del decreto legislativo sul federalismo municipale. In particolare, verrà tassata con un’aliquota del 10% la parte del salario legata alla maggiore produttività; rientrano nella detassazione anche straordinari o lavoro notturno se appunto garantiscono maggiore produttività. Confermata anche la detrazione Irpef al 55% «spalmata» su 10 anni per tutti i lavori di ristrutturazione che garantiscono risparmio energetico. Rifinanziamento per il 2011 il 5 per mille con 400 milioni di euro. I contribuenti potranno così anche il prossimo anno devolvere una quota della loro Irpef ad associazioni di volontariato o enti di ricerca.