Strappo di Fazio-Saviano Porta in faccia al dg Masi: "Niente replica ai pro vita"

Pressing del direttore generale della Rai sul direttore di rete, Paolo Ruffini. Ma arriva il gran rifiuto di conduttori e autori: "Nessuna replica, non siamo pro morte. Parlino altrove"

Roma - Resta "inaccettabile" l’ipotesi di una replica per le associazioni pro vita a Vieni via con me, che non è un talk show, e perché significherebbe "ammettere che la trasmissione è stata pro morte. Sì allo spazio alle ragioni della vita "altrove", visto che "la Rai ha tantissime trasmissioni": lo ha detto Fabio Fazio questa sera in diretta al Tg3. "Io stesso - ha aggiunto il conduttore - ne ho un’altra (Che tempo che fa) e ho invitato Casini per questo sabato".

Parlino altrove "Accettare la replica dei comitati pro vita - ha sottolineato Fazio - sarebbe come dire che la trasmissione di due settimane fa sia stata pro morte: è inaccettabile, perché sugli aspetti più delicati, come la nascita e la morte, non possono esserci nè strumentalizzazioni nè mediazioni di alcun tipo". Due settimane fa, ha ricordato il conduttore, "Saviano ha raccontato una storia d’amore, quella tra Piergiorgio e Mina Welby, e sono state proposte le parole di Beppino Englaro: sono storie di persone, ed è difficile replicare a una storia, si può replicare a un’opinione. Come si fa a pensare di essere contro i malati, contro chi soffre o contro coloro che assistono fino all’ultimo i loro cari?". Fazio ha poi citato i principi fissati dalla Corte di Cassazione e contenuti nell’elenco letto dal padre di Eluana Englaro: "Sono parole - ha commentato - che comprendono le opinioni, i punti di vista di tutti. Consentire che il movimento pro-vita replichi significherebbe che siamo stati pro morte, è una cosa inaccettabile. La Rai ha tantissime trasmissioni, io stesso ne ho un’altra e ho invitato Casini per questo sabato" ha concluso. "Ci sono tante occasioni per affrontare in modo serio e con il tempo dovuto uno dei temi più delicati dell’esistenza, ma non è accettabile che si possa intervenire nella scrittura di una trasmissione che non è un talk show replicando a una storia. Qualcun altro avrà modo di raccontare altre storie, ma altrove".

Il pressing di Masi Nell’incontro con il direttore generale Mauro Masi, il direttore di Raitre Paolo Ruffini avrebbe mostrato disponibilità a confrontarsi con Fabio Fazio, Roberto Saviano e gli autori di Vieni via con me a confrontarsi sulla richiesta del Cda Rai di ospitare il punto di vista del movimento pro vita all’interno del programma nell’ultima puntata, in programma lunedì su Raitre.

La delibera del Cda Sul tavolo c’era l’ordine del giorno votato ieri dal Cda di viale Mazzini, come proposto dal consigliere Rodolfo De Laurentiis, per ospitare le associazioni del movimento pro vita. Masi e Ruffini avrebbero esaminato il testo della delibera approvata ieri a maggioranza che ha avuto 7 voti a favore e dove non hanno partecipato al voto i consiglieri Rizzo Nervo e Van Straten.