Una «strategia nazionale» e nuove centrali in Italia

La manovra prevede la definizione di una nuova «Strategia energetica nazionale» ed entro sei mesi dalla sua entrata in vigore consente al governo di stipulare accordi con altri Paesi volti allo sviluppo del settore dell’energia nucleare.
In particolare, l’Italia potrà ottenere forniture di energia atomica da Paesi Ue ed extra-Ue da restituire con gli interessi una volta terminato il processo di costruzione delle nuove centrali. L’Autorità per l’energia svolgerà l’attività consultiva di segnalazione per la realizzazione dei nuovi impianti di produzione. Il disegno di legge collegato alla manovra prevede l’emanazione di decreti legislativi con l’indicazione dei siti individuati per la costruzione delle nuove strutture.