«Come stravolgere la verità»

Egregio direttore, la richiesta delle sinistre italiane di istituire una commissione parlamentare di inchiesta sui fatti del G8 del luglio di cinque anni fa è decisamente strumentale e velleitaria, anche perché un’indagine era già stata allestita all’epoca del governo Berlusconi ed, inoltre, è tuttora in corso un’inchiesta della magistratura per individuare responsabilità penali personali.
Non si può accettare come la sinistra genovese cerchi di sconvolgere la verità sui fatti drammatici di quei giorni di luglio nei quali i centri sociali, con in prima fila i don Gallo e i don Vitaliano della Sala con alcuni militanti che ora sono diventati chi deputati chi senatori e ben remunerati, misero a ferro e a fuoco Genova, aggredirono le forze dell’ordine poste a difesa della città da una ondata di violenza senza precedenti con lo scopo di far cadere il governo Berlusconi sulla falsa riga degli scontri di piazza del 1960 con la conseguente caduta del governo appoggiato dall’esterno da Tambroni.
Con la stima di sempre